Ultima modifica: 22 Febbraio 2021

Progetto Teatro per la Scuola Primaria

Che emozione il Teatro!


Dalla prima settimana di febbraio, per gli alunni delle classi terze e seconde della Scuola Primaria, è iniziato il percorso di teatro con la specialista Paola Scalas, docente di teatro, attrice e regista, che da alcuni anni collabora con la scuola. L’attività teatrale proseguirà nel periodo aprile – maggio – giugno con  gli alunni delle prime, quarte e quinte. Nel calendario sono presenti alcune settimane “vuote”, in caso di necessità di recuperi da parte di alcune classi.

MODALITÀ DI ATTUAZIONE 
Le lezioni si svolgono in teatrino e, quando possibile in relazione alle condizioni climatiche, nel cortile dell’ala vecchia della scuola.

Classi I e II: 6 incontri da 1h 

Classi III, IV e V: 6 incontri da 1,5h 

Ogni interclasse indica un tema di riferimento,  che ha lo scopo di guidare il percorso,  finalizzare le azioni e favorire il coinvolgimento degli alunni, integrato dalle invenzioni drammaturgiche dei bambini:

  • Classi prime: “Il viaggio”
  • Classi seconde: “Emozioni in fiaba”
  • Classi terze: “La voce degli alberi”
  • Classi quarte: “Peter Pan”
  • Classi quinte:”Pinocchio”

L’attività prevede due momenti di programmazione con i docenti: 

la prima antecedente l’inizio del laboratorio per un’analisi del contesto classe, in modo da proporre un’esperienza organica, significativa e rispettosa delle potenzialità di ogni gruppo-classe;

la seconda in itinere, per finalizzare le azioni successive del laboratorio.

PROTOCOLLI DI SICUREZZA ANTI-COVID
Nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti-Covid 

il pavimento del teatrino è stato suddiviso in ampi quadrati di un metro e mezzo di lato con l’indicazione del centro (come già segnalato per il progetto di musica) in modo da garantire il distanziamento sociale; 

per le attività a terra è previsto l’utilizzo di un telo personale;

al termine di ogni lezione il locale viene arieggiato e i materiali utilizzati sanificati.

FINALITÀ  
Il teatro è gioco, meraviglia, immaginazione. La proposta ludico-teatrale risponde al bisogno naturale di ogni bambino di esprimersi, inventare, creare. Con il teatro vengono stimolate le capacità intuitive, la mentalità duttile, l’attitudine al cambiamento: competenze utili per affrontare i molteplici e frequenti cambiamenti del momento che stiamo vivendo.

Gli obiettivi generali del progetto sono comuni a tutte le classi, suddivisi a seconda della fascia di età degli alunni. Gli obiettivi specifici e le attività vengono differenziati  sia per interclasse, sia per ogni singola classe sulla  base delle risposte emotivo-comportamentali agli stimoli proposti e a seconda delle dinamiche relazionali che si instaurano nel gruppo e tra i pari.

Il percorso è diviso in due fasi: 

una prima fase propedeutica e espressiva/rielaborativa per (ri)creare il rapporto di conoscenza e fiducia con la conduttrice, identificare uno “spazio dedicato” che consenta l’immediata riconoscibilità del luogo al cui interno ogni bambino acquisisce la consapevolezza di poter assumere modalità comportamentali diverse da quelle genericamente adottate a scuola, nei confronti dei compagni, degli adulti, ma soprattutto nei confronti di se stesso. In tal modo ciascuno potrà sentirsi libero di esprimersi senza il vincolo di comportamenti precostituiti. Giochi motori, di fiducia e conoscenza reciproca, con particolare attenzione agli aspetti affettivo-relazionali, creano la base per le attività successive e per la scoperta delle competenze e dei bisogni di ciascun gruppo-classe.

Nella seconda fase del percorso gli obiettivi e le azioni si differenziano maggiormente in relazione alle specifiche esigenze. Gli alunni vengono guidati nell’esplorazione motoria, teatrale e sonora, attraverso il gioco della finzione, fino ad arrivare all’espressione cosciente di ciò che stanno sperimentando.

In questo particolare anno scolastico la condivisione finale, da sempre tappa fondamentale dell’esperienza teatrale, che realizza un momento di restituzione di significato del lavoro svolto, senza per questo esserne la finalità prioritaria, verrà realizzata con modalità differente rispetto agli scorsi anni, nel rispetto delle regole dettate dall’emergenza sanitaria:

– video elaborato durante l’ultima lezione.

L’opera multimediale darà voce alle emozioni emerse nel percorso, dove il singolo e il gruppo, attraverso l’esposizione personale di ognuno, hanno contribuito per la realizzazione di un prodotto comune.

 

Le referenti del progetto