Dietro la didattica digitale

Dietro una scuola che funziona e si rinnova, c’è il lavoro intenso e coordinato di tutta l’organizzazione. Ma anche il prezioso aiuto che ci viene dall’esterno.

La formazione degli insegnanti

“Nessuno nasce imparato” 🙂

Come l’anno scorso, anche nel presente gli insegnanti continuano a formarsi sul digitale, divisi in due classi. Una è diretta dal prof. Gianluca Albanese e comprende i docenti della Secondaria e dell’Infanzia e l’altra si riunisce con la maestra Elisabetta Sala e raccoglie gli insegnanti della Primaria.

Gli incontri si tengono in Meet una o due volte alla settimana e proseguiranno per buona parte dell’anno scolastico.

La partecipazione agli incontri è volontaria. Ma, vista la capacità dei conduttori e la motivazione dei discenti, prof. e maestri partecipano in massa ai corsi.

Durante questa formazione ci sentiamo una comunità che ricerca e impara insieme.

L’acquisto dei device

Ci siamo impegnati a utilizzare tutte le occasioni e tutti i fondi fino all’ultimo euro per recuperare nuove device.

Con i fondi del governo stanziati negli ultimi mesi abbiamo acquisito finora 24 notebook e 125 tablet. Molti di questi hanno visitato le case delle nostre famiglie: li abbiamo ceduti in comodato d’uso gratuito e temporaneo, sia durante il lockdown primaverile sia in questo periodo autunnale.

Enorme il lavoro di Cinzia Linguanti, il nostro Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi: non avete idea di come siano complicate le procedure e del numero di documenti da preparare per comprare qualcosa nella Pubblica Amministrazione.

Abbiamo poi recuperato gratuitamente da Regione Lombardia circa 50 voting machine che, grazie anche al prezioso aiuto del Vicesindaco Samuele Consonni sono state riadattate a tablet e rese disponibili per l’uso didattico.

8 computer desktop sono stati regalati da Fosbury ADV e rimessi a nuovo dal Signor Gianni Adelfio, il nostro “angelo custode informatico”.

Non dimentichiamo i tablet e i notebook che sono arrivati con le raccolte punti dell’anno scorso, grazie all’attenzione dei genitori nei nostri confronti. Ci attendiamo anche per quest’anno un copioso raccolto: i collaboratori scolastici Antonio Munno, Tania Gullotti, Cristina Ghirello sono al lavoro per caricare tutti i punti.

L’inventario e la configurazione dei device

Non basta avere tante scatole di device in magazzino per migliorare la didattica.

Le Signore Alda Fumagalli e Mariella Stuppia della nostra Segreteria didattica si sono messe al lavoro per inventariare il nostro patrimonio informatico, in modo che si sappia “che fine ha fatto” ogni prezioso tablet, soprattutto in questo momento in cui condividiamo il nostro patrimonio tecnologico con le famiglie. Mariella e Alda gestiscono la consegna dei device per la didattica digitale a chi ne ha bisogno. Per raggiungere le famiglie in isolamento, ci dà una mano la Protezione civile di Verano.

Occorre poi configurare tablet e notebook: da una parte bisogna collegarli al wifi, inserire gli account della scuola, installare tutte le app utili per la didattica, effettuare gli aggiornamenti, dall’altra si devono rimettere a nuovo tutti i device che ritornano dalle famiglie cui li abbiamo affidati.

Questo lavoro è stato cominciato da un gruppo di maestre (Lorenza Simonelli, Marcella Colciago, Elisabetta Sala, Mariateresa Schito, Monica Turati e Laura Bertuccio).

Abbiamo ora a disposizione per qualche mese un assistente tecnico un giorno alla settimana: Francesco Gismondo è giovane ed entusiasta e ci sta dando una grande mano. Speriamo che il governo confermi questa opportunità anche dopo Natale: se dall’alto chiedono alle scuole di digitalizzarsi, ma non assegnano nessuna figura di supporto, si cade in una contraddizione!

Gianni Adelfio sta passando molte ore del suo smart working da noi: risolve i problemi informatici più complicati e si dedica principalmente a rimettere in funzione il laboratorio di informatica della Primaria.

La vulcanica Elisabetta Sala è la webmaster di www.scuoleverano.edu.it e da quest’anno ha dato nuovo impulso alla funzione strumentale “Comunicazione e tecnologie”. Sua è la competenza per tutto ciò che nell’Istituto ha un chip, partendo dalle strategie e arrivando al pronto soccorso. Tra l’altro, Elisabetta ha messo in piedi una procedura di segnalazione guasti che sembra stia funzionando. Alla Secondaria danno una mano Daniele Giungato (apprezzato anche come “chirurgo” di lampade delle LIM) e diversi altri insegnanti.

 

Il Dirigente mette il becco un po’ in tutto. Studia i bandi per l’attivazione dei finanziamenti, con l’aiuto della prima collaboratrice Anna Colzani e partecipa alla scelta dei prodotti. Segue i rapporti col Comune per risolvere i problemi di connessione Internet alla Secondaria (dovrebbero essere risolti in qualche giorno) e all’Infanzia e di WI-FI alla Primaria. Confidiamo nella collaborazione tra le istituzioni.

Tutto funziona sempre? Forse no ;). Ma si sente il respiro di una squadra che lavora con un’idea didattica comune.

 

Giuseppe Scaglione